Nomina sindaco unico

SOCIETA’ A RESPONSABILITA’ LIMITATA (SRL): NOMINA ORGANO DI CONTROLLO

La legge n. 155 del 19 ottobre 2017 contiene la delega al Governo per la riforma delle discipline della crisi di impresa e dell’insolvenza, attuata dal Decreto Legislativo numero 14/2019.

Le novità legislative intervengono sul terzo fattore che determina la nomina obbligatoria per Srl e le società cooperative prevedendo che sarà sufficiente superare almeno uno dei seguenti limiti dimensionali:

  • totale dell’attivo dello stato patrimoniale viene diminuito da 4,4 milioni di euro a 2 milioni di euro;
  • totale ricavi delle vendite e delle prestazioni viene diminuito da 8,8 milioni di euro a 2 milioni di euro;
  • dipendenti occupati in media durante l’esercizio viene portato da 50 a 10 unità.

Tale l’obbligo verrà meno nel caso in cui per tre esercizi consecutivi non vengono superati nessuno dei sopra indicati nuovi limiti.

Il comma 3 dell’articolo 379 del D. Lgs. 14/2019 afferma: le società a responsabilità limitata e le società cooperative costituite alla data di entrata in vigore del presente articolo … devono provvedere a nominare gli organi di controllo o il revisore e, se necessario, ad uniformare l’atto costitutivo e lo statuto alle disposizioni di cui al predetto comma entro nove mesi dalla predetta data. Fino alla scadenza del termine, le previgenti disposizioni dell’atto costitutivo e dello statuto conservano la loro efficacia anche se non sono conformi alle inderogabili disposizioni di cui al comma 1. Ai fini della prima applicazione delle disposizioni di cui all’articolo 2477 del codice civile, commi secondo e terzo, come sostituiti dal comma 1, si ha riguardo ai due esercizi antecedenti la scadenza indicata nel primo periodo.

A partire dalla data del 16 marzo 2019 le Srl e le società cooperative avranno nove mesi da quest’ultima data per adeguare i propri statuti e nominare il revisore o sindaco unico o il collegio sindacale, ovvero entro il prossimo 16 dicembre 2019 i soggetti interessati dovranno:

  • modificare e/o adeguare il proprio statuto se ciò sarà necessario;
  • nominare il nuovo organo di controllo.

Pertanto è consigliabile che già nella data di approvazione del bilancio 2018 venga nominato i l’organo di controllo, ovvero il revisore.

Gianluca Vacca – Dottore Commercialista

Ordine commercialisti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *